Post

Apprendimento significativo mediato dalla tecnologie | Rivista Scuola IaD - Jonassen e il paradigma socio - costruttivista

Immagine
Un lungo articolo di Barbara Bevilacqua pubblicato su Rivista Scuola IaD, n° 4, 2011 e intitolato Apprendimento significativo mediato dalle tecnologie
Il Problema L'articolo affronta un problema fondamentale e che è al centro anche dell'attuale dibattito sul rapporto tra formazione e tecnologie e riforma della scuola e dell'apprendimento: com'è possibile avvalersi delle tecnologie digitali intese come strumenti per lo sviluppo dell'apprendimento e della conoscenza per sviluppare la competenza dell'imparare ad imparare fondamento della piena cittadinanza
La Linea di Ricerca La soluzione di questo problema chiama in causa diversi livelli di indagine:  l'apprendimento deve essere centrato sullo studente e coinvolgere tutte le dimensioni della sua personalità (emotiva, cognitiva, conoscitiva, affettiva, etc.) ambienti di apprendimento: devono essere strutturati in modo da rendere possibile un apprendimento attivo e riflessivo, basato su processi di costruzion…

Silvia Bellia: Nigel Warburton: il filosofo del web

Immagine
Presentazione e intervista a Nigel Warburton a cura di Silvia Bellia per la rubrica Cosa leggono i filosofi, pubblicata su Ho un libro in testa il 30/01/2017, il titolo è: Nigel Warburton: il filosofo del web.
Nigel Warburton Molto attivo sul web, Nigel Warburton è noto per le sue opere di divulgazione filosofica tra cui spiccano: Il primo libro di filosofia e Breve storia della filosofia. Presentando questo autore Silvia Bellia mette in evidenza due punti essenziali: la capacità di Warburton di dare concretezza al discorso filosofico che nasce da esigenze reali, prima fra tutte la necessità di capire confrontandosi con il passato;L'esigenza di chiarezza nel ragionare e nel divulgare secondo il principio di Searle: «if you can’t say it clearly, you don’t understand it yourself»: «se non posso esporre qualcosa con chiarezza, non posso nemmeno comprenderla io stesso» Altro aspetto interessante è il rapporto tra filosofia e web. Warburton cura un sito web dedicato alla filosofia: Virt…

Simona Ilot - video tutorial su Kahoot Challenge, giocare in differita i quizzes

Immagine
In questo interessante video tutorial Simona Ilot spiega come si utilizzi la nuova modalità di gioco dei quizzes proposta da Kahoot: Challange.  Con Challenge possiamo rendere un quiz giocabile in differita tramite dispositivi mobili. Questo consente agli studenti di giocare allo stesso quizzes sfidando i compagni a distanza tramite il loro smartphone. Il gioco sarà attivo per il tempo che abbiamo impostato (10 ore, un giorno, etc.) e per il resto non differisce dalla modalità standard (tutti nella stessa aula e in tempo reale).
Utilità Con questa nuova funzionalità possiamo assegnare lo svolgimento di un quiz come un "compito per casa" che risulterà però molto più coinvolgente rispetto a un compito tradizionale, perché la modalità di esecuzione è quella di un gioco in cui ci si sfida con i compagni. 
Link diretto al video: Kahoot Challenge NEW

Scheda Video Autore: Simona Ilot Titolo: Kahoot Challenge NEW Data Pubblicazione: 19/11/2017 Durata: 7:48

Il testo unico fascista e l'educazione all'obbedienza

Immagine
Un post pubblicato su Fractaliaspei il 14/07/2016 e intitolato Il testo unico fascista (1929 - 1943), in cui viene ricordata la mostra sui Libri fascisti per la scuola organizzata nel 2001 dalla Casa della Resistenza di Fondotoce, centro storico multimediale e polivalente che offre servizi didattico - culturali e divulgativi per trasmettere la memoria collettiva legata alla lotta di liberazione e ai suoi valori.
A commento di questa mostra era uscito un articolo piuttosto interessante di Gianmaria Ottolini dedicato all'introduzione del testo unico di Stato nel 1929 e pubblicato su Nuova Resistenza Unita, n. 11 dicembre 2001. L'articolo viene riproposto nel post.


La didattica del testo unico e la Mistica fascista Nell'articolo viene presentata la mostra e si cerca di offrire una sintetica panoramica della funzione e dei valori dell'educazione e della concezione della didattica proprie del fascismo. sintesi  La Mistica fascista come costituisce un omogeneo e coerente sis…

Giovanni Zagni: La storia della timeline: la rappresentazione grafica del tempo, dalla tabella alla linea del tempo - Linkiesta

Immagine
Un articolo di Giovanni Zagni pubblicato si Linkiesta il 21/12/2014, titolo è "La storia delle timeline - mettere le date in fila, e gli eventi sotto, è un'invenzione recente: ha meno di 250 anni. E prima?". Il tema è affascinante: la ricostruzione della storia delle rappresentazioni grafiche del tempo e l'origine delle linee del tempo, che attualmente costituiscono la forma dominante di rappresentazione di questo. 
Cartografia del Tempo L'articolo prende spunto dal saggio di Anthony Grafton e Daniel Rosenberg, pubblicato nel 2010, tradotto in Italia da Einaudi, 2012, con il titolo Cartografie del tempo. In breve questo il contenuto dell'articolo.  La forma dominante di rappresentazione grafica del tempo è stata, a partire da Eusebio di Cesarea, la tabella. Insieme a questa ci soon state altre complesse forme grafiche, delle vere e proprie infografiche:  La statua, che riprende la statua sognata da Nabucodonosor nel libro di Daniele (Anatomia statuae Danielis …

Alberto De Bernardi - lectio magistralis: Dalla Resistenza alla Costituzione

Immagine
Lectio magistralis di Alberto De Bernardi tenutasi a Genova il 26/03/2015 dal titolo “Dalla resistenza alla costituzione”. Si tratta di una delle lezioni di un ciclo che ripercorre la storia italiana tra il 1915 e il 1945. Il tema del ciclo di lezioni di storia contemporanea è “1915 - 1945 dalla grande guerra al 25 aprile” ed è organizzato dall’ILSREC - Istituto Ligure per la storia della resistenza e dell’età contemporanea. 
Alberto De Bernardi Alberto De Bernardi è uno specialista di Storia contemporanea. È professore ordinario all'Università di Bologna dove insegna storia globale. Si è occupato prevalentemente di storia sociale, fascismo e antifascismo, Italia repubblicana. Autore di numerosi studi e di un manuale per la scuola secondaria superiore scritto insieme a Scipione Guarracino: La Discussione storica. 
La Lezione Interessante il punto di partenza dell'intervento di De Bernardi che è costituito dal problema: che nesso intercorre tra Resistenza e Costituzione repubbli…

Marco Paolini - "Ausmerzen, vite indegne di essere vissute" - Il video

Immagine
Video dello spettacolo di Marco PaoliniAusmerzen, vite indegne di essere vissute, che racconta lo sterminio dei bambini disabili voluto dal regime nazista e progettato e realizzato in segreto prima della guerra in base al progetto denominato Aktion T4, a partire dal 1938, per dare attuazione all'eugenetica nazista e al progetto di rifondare la razza ariana eliminando dal suo interno le "impurità", coloro che "non erano degni di vivere".  Il video dura circa 45 minuti e non riproduce l'intero spettacolo, ma una versione ridotta, corredata da didascalie e pensata per offrire una "lezione" su cosa fosse il programma eugenetico nazista e l'ideologia che vi stava dietro. 
Il video è pubblicato sul canale YouTube di Barbara Gallesio. Questo il link diretto al video: Ausmerzen versione ridotta

Sul canale Vimeo di Danyuji è possibile è possibile vedere la versione completa dello spettacolo. Link diretto alla versione completa di Ausmerzen

Ausmerzen vi…