Trello: ambiente online per la condivisione e la gestione di attività - recensione e video tutorial

Trello è un'applicazione freemium che fornisce un ambiente per la gestione di progetti e attività individuali o collaborative, è disponibile per PC e dispositivi mobili. 

La versione free offre strumenti sufficienti per le esigenze didattiche di docenti e studenti. 

La versione Business presenta le seguenti funzionalità aggiuntive: 
1. Power-Up più numerose, integrazione con evernote, Google Hangouts, Dropbox, etc. 
2. fino a 250 MB di allegati 
3. Possibilità di raggruppare Bacheche - Boards in raccolte 
4. maggiore controllo su membri, attività, etc 
5. assistenza entro 24 ore da personale umano. 

Le caratteristiche dei tre piani di abbonamento previsti da Trello, compreso Impresa, per le grandi aziende sono visibili a questa pagina: Trello Piani di Abbonamento

Come funziona Trello
La logica di Trello è quella di fornire strumenti flessibili perché possano adattarsi ad una duplice esigenza: 
  1. consentire a un gruppo di persone di collaborare nello svolgimento di un'attività 
  2. gestire un'attività cercando di tenerne sotto controllo i vari aspetti, problemi, strumenti, etc. 
A tale fine Trello prevede la realizzazione di: 
  • "liste": che rappresentano compiti complessi e 
  • "schede": che costituiscono i vari elementi o compiti semplici necessari allo svolgimento di quelli più complessi (le liste) 
Naturalmente liste e carte possono essere utilizzate anche in altri modi: risorse da condividere, fasi del progetto, elementi di discussione generale, etc. Intorno a questi due elementi (liste e carte), Trello costruisce un ambiente che fornisce strumenti per soddisfare tutte le esigenze di un gruppo che lavoro su un progetto: calendario, check list, allegati, commenti, etc. 


Operazioni
Di seguito le operazioni che vengono spiegate nei video tutorial: 
- Welcome Board 
- creazione board 
- creazione e gestione liste e cards (schede)
- editare una card: titolo, etichetta, descrizione, commenti, allegati, checklist 
- organizzazione card nelle liste (copia, spostamento, etc.) 
- Sidebar 
- Power Ups: calendario (solo una applicazione di potenziamento per bacheca nell'account free)
- Creazione di una nuova organizzazione e editing (nome, immagine, pubblico o privato, permessi, etc.).

I Video Tutorial
Segnalo due video tutorial in italiano su Trello. Consigli la visione di engrambi ma, in particolar modo, del primo realizzato da Elisabetta Buono sia perché è ilpiù reente, sia èperché realizzato da un'insegnante.

Elisabetta Buono: Trello per la didattica
Mostra come utilizzare Trello in ambito didattico attraverso l'esempio di una bacheca dedicata all'italiano in cui viene mostrato come creare liste e schede. Nell'esempio Trello viene utilizzato come una bacheca online per condividere risorse e materiale e gestire attività in modo simile a Padlet.


Scheda Video
Autore: Elisabetta Buono
Titolo: Trello per la didattica: crea bacheche, condividi contenuti, coinvolgi la classe
Data Pubblicazione: 24/08/2018
Durata: 6:55 minuti

Marina RavaioliTrello: organizza e pianifica i tuoi progetti
Il video tutorial è stato realizzato da Marina Ravaioli di StudioIkebana. È il più completo in italiano tra quelli che ho trovato, anche se non è molto recente (2015) e non sempre risultano immediatamente chiari i possibili utilizzi concreti delle funzionalità esaminate. Vengono comunque spiegate in modo dettagliato tutte le operazioni necessarie per registrarsi e utilizzare Trello. 

Questo il link diretto al video tutorial: Trello: organizza e pianifica i tuoi progetti


Scheda Video
Autore: studioIkebana 
Titolo: Trello: organizza e pianifica i tuoi progetti 
Data Pubblicazione: 19/01/2015 
Durata: 20:48

Commenti

Post popolari in questo blog

Linoit: creare bacheche online, un'alternativa a Padlet

8 strumenti online per creare video didattici

Metodo di apprendimento con gli esagoni - Classtools.net e il generatore di esagoni

Realizzare fumetti con Toondoo - Presentazione e video tutorial in italiano

video di storia in time-lapse: raccontare i processi storici con la tecnica del timelapse